Bellezza senza tempo

Cortona si erge su una collina dalla quale si gode una vista unica e straordinaria sulla Val di Chiana.

Ancora oggi, nonostante il flusso sempre crescente di turisti, Cortona - una città le cui origini risalgono al periodo etrusco - riesce a trasmettere un piacevole senso di pace e tranquillità con il suo fascino particolare. La città vecchia ha conservato il suo fascino medievale, che, insieme al suo antico patrimonio culturale, l'ha resa una delle destinazioni più ambite per i viaggiatori di tutto il mondo, grazie anche alla pubblicità che ha ricevuto dal libro di memorie "Sotto il sole della Toscana", di Frances Mayes, insieme al film, basato sul libro, che è stato girato in parte nelle piazze di Cortona.

 

Quasi celate, a Cortona ci sono una serie di gemme architettoniche di una bellezza unica, ricca di storia.

Un tour tra le varie chiese, palazzi, negozi e mura cittadine consente al visitatore di scoprire una città affascinante con un'atmosfera unica.

Piazza Repubblica

Questa è la piazza principale di Cortona e il punto di partenza ideale da cui iniziare ad esplorare il centro storico della città. Troviamo qui numerosi importanti monumenti locali, tra cui il Palazzo Comunale , con la sua ampia scala in pietra, di fronte al Palazzo del Capitano del Popolo , che risale al 1300.

Chiesa di Santa Maria delle Grazie di Calcinaio

Sarebbe un peccato non visitare il santuario, con la sua cupola che sfiora le colline vicine e si affaccia sul centro della città.
La costruzione della Chiesa fu iniziata da Francesco di Giorgio Martini nel 1484. All'interno dell'edificio, le varie cappelle conservano ancora preziosi dipinti ispirati all'iconografia della Vergine Maria. Il terzo altare sul lato sinistro contiene una tavola del fiorentino Jacone (1530), raffigurante la Madonna in trono con il Bambino Gesù e San Giovanni Apostolo.
Una bella vetrata disegnata da Guillaume de Marcillat (1516) decora la facciata. .

Musei

Il Museo Diocesano ospita una collezione di tesori tratti dalle chiese toscane della regione, dal 13 ° secolo fino al 19 ° secolo. Alcune delle opere più importanti della collezione includono l'Annunciazione (di Cortona) di Fra Angelico e la Deposizione di Luca Signorelli.

Il MAEC (Museo di arte etrusca) ospita una collezione di reperti archeologici etruschi, insieme a opere artistiche di data più recente. Le origini del museo e della sua collezione risalgono al 1727 quando fu fondato dall'Accademia Etrusca.
Il Parco archeologico è di particolare importanza con reperti sia di epoca etrusca che romana, e offre tour sia all'interno di Cortona che oltre le mura della città.
Nella vicina Farneta, nel comune di Cortona, si trova il Museo Mo.Pa di Farneta , che contiene una vasta collezione di reperti paleontologici raccolti da padre Sante Felici nella campagna intorno a Cortona.
Infine, vi è il Museo della cultura contadina a Fratticciola, con una collezione di strumenti, utensili da cucina e altri oggetti collegati alle antiche tradizioni della cultura rurale locale del passato.

parallax background
 

Le Celle di San Francesco - 13imo secolo

Indipendentemente dal fatto che uno sia credente o no, questo posto scuote l'anima ed eleva lo spirito. Qui regna un incredibile senso di pace e l'immensa ma semplice fede dei monaci emana da ogni singola foglia e pietra. Per me, questa è assolutamente una delle più belle località francescane in circolazione.

La nota precedente, lasciata da un visitatore anonimo, dovrebbe essere sufficiente per incoraggiare gli altri a visitare l'eremo a pieno titolo.

Le Celle di San Francesco - 13imo secolo

Indipendentemente dal fatto che uno sia credente o no, questo posto scuote l'anima ed eleva lo spirito. Qui regna un incredibile senso di pace e l'immensa ma semplice fede dei monaci emana da ogni singola foglia e pietra. Per me, questa è assolutamente una delle più belle località francescane in circolazione.
La nota precedente, lasciata da un visitatore anonimo, dovrebbe essere sufficiente per incoraggiare gli altri a visitare l'eremo a pieno titolo.